ITALIA – SLOVACCHIA 2-3


Sicuramente la peggiore prestazione dell'Italia in questo mondiale. Un primo tempo orribile, partito già all'inizio in attesa delle azioni avversarie, quasi a difendere lo 0-0 e sperare nel contropiede. Il 4-3-3 di Lippi non funziona: siamo sotto tatticamente, la difesa non ingrana, De Rossi è costretto a indietreggiare per proteggere i centrali e il centrocampo si ritrova con un uomo in meno. Alle punte come al solito non arrivano rifornimenti e quando arrivano mostrano dei grossi limiti. Grossi perché oltre che tatticamente la Slovacchia ha sovrastato gli azzurri anche fisicamente (ma possibile che stiamo sempre dietro tutti? Le africane perché sono africani, gli scandinavi perché sono scandinavi, i sudamericani perché sono sudamericani… ogni volta c'è una scusa "etnica" per giustificare la nostra scarsezza atletica. Ma sono giocatori o impiegati del catasto?). E se non bastasse anche a livello tecnico gli sloveni hanno mostrato una certa superiorità. Vittek e Hamsik in primis.
Il secondo tempo è l'emblema di questa squadra: centrocampo accettabile (con Pirlo all'ottimo rientro), brutta difesa e attacco a corrente alternata legato al colpo del momento. Tutte cose che non possono bastare e non bastano ad andare avanti in un mondiale.
Si ricomincia fra 4 anni, senza troppi drammi, senza troppe condanne, senza troppe assoluzioni (bestemmia libera, però). Ciao ciao o

Marchetti 5,5: sempre un po' incerto nelle uscite, non ha colpe sui gol. Di certo non demerita ma neanche aiuta. Sarebbe utile rivederlo difeso da un reparto degno.
Zambrotta 5,5: spinge molto meno delle precedenti partite anche per il cambio di modulo. In difesa sta molto attento ad Hamsik che spesso si allarga sulla sua fascia. Sostanzioso ma non prezioso. Nel secondo tempo non fa nulla che si possa notare.
Chiellini 4,5: come al solito nei contrasti è un leone, ma in campo non sa proprio starci. Sbaglia tutti i movimenti, la zona non è pane suo. Fuori posizione molto pericolosamente almeno 4 volte nel primo tempo. Nel secondo tempo va in bambola totale.
Cannavaro 4: peggio di Chiellini. Nel primo tempo il suo apporto è men che nullo. Si fa segnalare anche per una espulsione evitata dovuta alla pietà dell'arbitro. Il terzo gol è soprattutto colpa sua, 3 errori in 3 partite. Non va e se ne va. Ciao ciao o
Criscito 5,5: continua il suo mondiale anonimo ed incerto. Non spinge e difende male: non regge il confronto a livello fisico (viene spostato come un fuscello), né tecnico (viene spesso passato in dribbling o su contrasto). Tatticamente però è fra i meno peggio, la posizione per una volta sembra saperla tenere. Esce nel secondo tempo per garantire più spinta sulle fasce.
Gattuso 4,5: i primi 10 minuti sono a buoni livelli, poi finisce la benzina. Assolutamente inutile in fase di gestione della palla, tenta per lo meno di fare un po' di pressing e finisce per scavare un ginocchio avversario… Nel secondo tempo non sarebbe servito a molto. Poteva stare a casa, su.
De Rossi 4: pessimo nel primo tempo, soprattutto a causa dell'erroraccio in disimpegno che porta al gol. Ma non è solo questo il punto. Non trova mai la posizione, gioca troppo arretrato e la condizione fisica non gli permette di giocare a tutto campo come gli era successo all'esordio. Molto impreciso in tutto quello che fa, sembra spento anche a livello agonistico. Secondo tempo da dimenticare più del primo, scompare dal campo e non torna più.
Montolivo 5: la peggiore partita del girone per lui, costretto a giocare da interno sinistro e a far valere più il fisico che i piedi. Prova nel primo tempo la solita ciabattata da fuori, ma anche questa volta non va. E' l'unico che sembra dimostrare una superiorità tecnica in campo, ma in quella posizione non riesce a rendere. Esce anche lui. Con qualche rimpianto.
Di Natale 5,5: parte attaccante ma già nel primo tempo arretra pian piano fino a centrocampo, sperando di trovare una palla degna di questo nome. Di sicuro se dietro si gioca così male lui può fare poco, ma almeno qualche guizzo in più lo si attendeva. Ed arriva nel secondo tempo. Un gol e qualche errore non bastano però per la sufficienza. Lui è fra quelli che meritava di più da questo mondiale.
Iaquinta 4,5: marmoreo nella sua insipienza. Vince qualche contrasto, regge il confronto fisico, è utile sui calci piazzati difensivi di testa. Sembra la descrizione di un libero, più che di una punta, no? Fa UNA bella cosa nel secondo tempo. Troppo poco. Basta nazionale per lui, vi prego.
Pepe 4: assolutamente fuori partita. Dalla sua ha la costanza fisica, ma non serve a nulla. E' più che imbarazzante quando deve gestire la palla, dimostra di non poter inventare nulla. Andrebbe servito in profondità incrociando le dita. Magari per una volta la prende bene. E invece no. Non da nazionale. Non doveva essere qui, ma purtroppo essendo stato acquistato dalla Juventus continuerà a stare in squadra. Immeritatamente.

Maggio 5,5: solo 45' per lui, non se la cava né male né bene. E' entrato per attaccare e non ha attaccato, quindi va sotto la sufficienza anche senza commettere errori di rilievo.
Quagliarella 6: gioca centrocampista sinistro, ennesima posizione nella sua duttile carriera. Cresce tantissimo coi minuti e si dimostra la pedina che mancava all'attacco italiano.  Gran gol, aumenta tantissimo il rimpianto di aver visto 3 volte Iaquinta in campo, 2 volte Gilardino  1 volta Pazzini e solo 45 minuti lui… Mezzo punto in meno per l'assurda sceneggiata nella porta slovacca. Un po' di dignità, per favore.
Pirlo 7: mezzo punto in più perché è l'unico giocatore italiano che in 3 partite dà motivo di credere che il nostro sia un paese calcisticamente avanzato. Non sbaglia nulla, prende per mano la squadra e c'è da ricordare che è pure mezzo rotto. In mezzo ai campioni può anche sembrare indolente, in mezzo al nulla tecnico risalta come un riflettore nella notte.

Be Sociable, Share!

Un pensiero su “

  1. il terzo gol non era colpa di cannavaro, ma di de rossi, che si è perso l'inserimento del non irresistibile nuovo entrato slovacco facendo finta di inseguirlo a velocità da bradipo.
    Chiellini fuori posizione nel primo gol, in campo non sa starci, purtroppo  è vero.
    Montolivo ha dimostrato di non avere un briciolo di palle quando servono, tanto per cambiare. Pirlo zoppo lo sovrasta.
    Pepe tecnicamente è imbarazzante, mezzora per stoppare una palla e quando dovrebbe solo indirizzare un piattone verso la porta prova un improbabile tiro d'esterno destro… con del neri dovrà solo correre, quello almeno lo sa fare.
    Di Natale si caca in mano su una palla d'oro di maggio (la sufficienza era il minimo per lui) dimostrando che fino a che deve fare il reuccio in provincia lo fa con tanto di corona, quando deve far vincere una squadra di prestigio concretizzando una buona palla rimane un mediocre, come quasi tutti li' davanti e non certo per pochezza tecnica, ma ancora una volta per limiti di temperamento.
    Il temperamento era a zero, l'ho visto solo su gente come buffon, infortunato, cannavaro, decisamente al tramonto e pirlo, mezzo rotto. No, a questa squadra non mancavano i fenomeni (?) lasciati a casa, mancavano le palle in campo. Il calcio è tutto qui, chi ha carattere vince, chi no torna a casa. Mi associo al ciao ciao.

    Indovina chi sono.

I commenti sono chiusi.